Comunicati Stampa

#01 – IFOA Padova

By 29 Novembre 2018 No Comments

Comunicato stampa #01 - Alzato il sipario su INN Veneto

Testo del comunicato:

È partita questa mattina da Padova, “INN Veneto”, l’iniziativa per lo sviluppo di progetti di innovazione sociale e culturale promossa dalla Regione e finanziata dal Fondo sociale europeo. Nel rinnovato spazio creativo di BUH12 si è svolto il primo kickoff meeting del tour che vedrà “INN Veneto” toccare 6 provincie del Veneto.
Durante il corso della mattinata sono stati presentati i 14 progetti che prevedono, tra gli altri, strumenti incentivanti come le borse di rientro che cercheranno di riavvicinare i cosiddetti “cervelli in fuga”. L’evento di oggi ha avuto come capofila IFOA, che ha lanciato il progetto “Veneto Call 4 Innovation” che ha lo scopo di creare una rete tra aziende e professionisti per sviluppare innovazione digitale sul territorio partendo da esigenze concrete, come un’istruzione accessibile a tutti. IFOA, ha spiegato Marco Correggi, responsabile del progetto, per raggiungere gli obbiettivi previsti, organizzerà quattro hackaton (Social Economy, Circular Economy, Iot e Innovazione Rurale) per permettere lo scambio di idee tra i partecipanti.
Gli altri progetti presentati, che saranno approfonditi nei successivi incontri (14 in tutto compreso quello odierno), sono stati raccontati con l’aiuto degli attori Loris Contarini e Gianni Bozza di TOP Teatri Padova, che hanno presentato i progetti al pubblico con una vena ironica sul tema della fuga. Come ad esempio Umana Forma che presenta il progetto “Fase per Volare”, un percorso formativo esperienziale per potenziare le competenze trasversali e “mentali”. «Ogni lavoro deve produrre innovazione» spiega Giovanna Brunelli, responsabile del progetto. Presentato anche FABCUBE, capofila della prossima tappa di “INN Veneto” che si terrà sabato 24 novembre a Verona dalle ore 09.00 alle ore 18.00.
“INN Veneto” si pone l’obiettivo di fare del Veneto un punto di incontro di scienziati, artisti, ricercatori, startupper, professionalità altamente qualificate, provenienti da tutto il mondo, favorendo la nascita di poli di attrazione permanenti e la creazione di nuovi posti di lavoro. Non a caso questa mattina spazio anche ad alcune testimonianze, anche dall’estero con collegamenti telefonici in diretta. Come nel caso di Nicola Brisotto collegato dall’India dove ha avviato il suo business. O come la videomaker Sara Bonaventura collegata da Singapore. “Spazio ai cervelli”, infatti, è stato un momento nel quale i partecipanti dell’incontro hanno conosciuto imprenditori e giovani laureati che sono riusciti a fare innovazione grazie alla rete e al territorio.
Sono intervenuti anche Santo Romano, Direttore Area Capitale Umano, Cultura e Programmazione Comunitaria della Regione Veneto, responsabile del bando “INN Veneto” e Elena Donazzan, Assessore all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e alle Pari Opportunità. Romano ha specificato che il tema dei cervelli in fuga è al centro dell’agenda politica e la Regione  cerca di essere un facilitatore in questa direzione. Dello stesso avviso è la Donazzan: «In Italia vengono a cercare figure professionali che solo il nostro Paese offre. Soprattutto il Veneto offre “cervelli”, creativi e professionisti qualificati. Quindi è giusto progettare e interrogarsi come Regione creando un polo di attrazione permanente. Di start up è pieno il mondo. Di occasioni e di possibilità per realizzarle poche».

Il Bando:

Il BANDO: con questo bando si è voluto dare un segnale di inversione rispetto al fenomeno della ‘fuga’ all’estero di cervelli (studenti e laureati) che ogni anno fa perdere all’Italia 14 mld di Pil (fonte Confindustria).
Il bando, con i 3 milioni di euro messi a disposizione, ha finanziato 14 progetti relativi a 3 diverse Linee progettuali:

3 progetti afferiscono alla linea “Brain exchange per la crescita del territorio” che ha la finalità sostenere processi di innovazione sociale attraverso il ricorso a figure altamente qualificate che, con le competenze acquisite dopo un periodo di permanenza all’estero, possono contribuire allo sviluppo dell’intero sistema socio-economico regionale.
5 progetti fanno parte della linea “Idee per il Veneto” che intende sostenere la competitività del territorio regionale favorendo processi di contaminazione da parte di start-up innovative.
6 proposte progettuali appartengono alla linea “Eccellenze arti e mestieri” che ha la finalità di realizzare progetti a sostegno dello sviluppo creativo ed artistico del Veneto, attraverso la creazione di reti che possano dare vita a spazi ibridi in grado di coniugare produzione e fruizione creativa ed artistica, con altre funzioni legate al lavoro, al tempo libero, all’inclusione sociale.

I progetti prevedono il finanziamento di 55 borse di rientro (per un importo pari a € 656.700) che hanno lo scopo di attirare sul territorio regionale eccellenze provenienti da diversi ambiti e favorire la mobilità, lo scambio e la permanenza di alte professionalità che intendono rientrare dopo un periodo di permanenza all’estero o intendono realizzare periodi di lavoro in Veneto.
Per sostenere l’attività dei “cervelli” in rientro sono state finanziate 30 borse di animazione territoriale (per un importo pari a € 114.000) con lo scopo di rafforzare, attraverso il coinvolgimento di specifiche figure professionali, il networking tra professionisti/operatori di diversi ambiti (culturali, creativi, informatici, tecnici, ecc.) attivi all’estero e professionisti/operatori operanti in Veneto.

Leave a Reply